MC 11300 in versione 2.08

E' da oggi disponibile per l'installazione la versione 2.08 di MC 11300.

Si tratta di una versione di manutenzione con la quale sono stati rimossi gli (oramai pochi ...) errori segnalati nella versione precedente.

Nella scheda Calcolo/Risultati è ora disponibile la funzione Esportazione risultati che consente di ottenere un file stampabile (con MS Word) o elaborabile (con MS Excel) dei risultati di calcolo.

Timeline nuovo decreto Legge 90

Per opportuna conoscenza, sintetizziamo le (poche) informazioni ufficiose attualmente a nostra disposizione sulla tempistica relativa ai decreti attuativi della Legge 90/2013:

  • il Decreto "Requisiti Minimi" sarà pubblicato il 29 giugno con entrata in vigore il 01 luglio (per evitare la procedura di infrazione, Direttiva 31)
  • la nuova procedura APE entrerà in vigore dal 01 agosto
  • le Regioni che gestiscono in proprio il Catasto, hanno richiesto un anno per adeguare i loro sistemi informatici
  • le Province autonome sembra non vogliano accettare il Decreto

In pratica, siamo alle solite ...

MC 11300 ottiene la validazione CTI per il 2015

imageCon il software MC11300 in versione 2.05, Aermec S.p.A. ottiene dal CTI (Comitato Termotecnico Italiano) il rilascio del certificato di garanzia di conformità n. 56 (data 14/04/2015).

Ricordiamo che la procedura CTI verifica, secondo Regolamento, la compatibilità dei risultati con le specifiche tecniche UNI/TS 11300-1:2014, UNI/TS 11300-2:2014, UNI/TS 11300-3:2010, UNI/TS 11300-4:2012, la Raccomandazione CTI R14:2013 e le norme EN richiamate dalle UNI/TS 11300 e dal Dlgs. 192/05 art. 11 comma 1.

E’ da oggi in distribuzione pertanto la versione 2.06 che prevede l’aggiornamento delle descrizioni e dei documenti (logo CTI e PDF) collegati alla validazione.

Nella cartella di installazione del software, sono distribuiti anche due files che contengono i casi studio risolti (appartamenti + uffici). Sono stati allegati in modo che gli utenti possano eventualmente verificare la modalità di alcuni passaggi.

Con l’occasione, noi del gruppo di sviluppo di MC, ringraziamo tutti gli utenti che continuano a seguirci, a sopportarci, ad assisterci nei test e a suggerirci in molti casi le procedure più adeguate. E’ altresì obbligatorio (ma é anche un piacere) ringraziare il nostro sponsor Aermec S.p.A. che ci sta supportando anche finanziariamente in questa avventura che dura oramai da più di un ventennio e che ci procura moltissime soddisfazioni lavorative.

Prestazione energetica degli edifici: bozza nuovo decreto

Peraltro disponibile da tempo, sta circolando insistentemente in questi giorni la bozza del nuovo decreto riguardante la metodologia di calcolo ed i requisiti minimi in materia di prestazione energetica degli edifici.

Il documento è stato preparato dal Ministero dello sviluppo economico e proprio in questi giorni (forse oggi) dovrebbe passare per la conferenza unificata per l’intesa con le Regioni.

Per chi lo volesse visionare, ecco il collegamento al documento PDF.

Per quanto riguarda l’adeguamento del software MC 11300, il decreto dovrebbe (così ci è stato detto da fonte affidabile) entrare in vigore dal primo luglio 2015.

APE. Attestato di prestazione energetica dal sopralluogo alla redazione

APE. Attestato di prestazione energetica dal sopralluogo alla redazione

E’ disponibile da qualche giorno presso la casa editrice Grafill, la seconda edizione del libro di Stefano Cascio: APE. Attestato di prestazione energetica dal sopralluogo alla redazione.

Non si tratta dell’ennesimo testo sulla certificazione energetica degli edifici ma è il testo che integra al suo interno il software MC 11300.

L’editore lo definisce come “Manuale teorico-pratico per la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE) alla luce delle norme UNI/TS 11300 Parte Prima e UNI/TS 11300 Parte Seconda del 2 ottobre 2014 e del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 (Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell’edilizia per la definizione delle procedure d’infrazione avviate dalla Commissione europea, nonché altre disposizioni in materia di coesione sociale).

Fra chi ha sviluppato il software MC 11300, nessuno ha letto testi sull’argomento. Pertanto, e parlo personalmente, non mi sento di dare giudizi sul contenuto di questo libro. Quello che posso aggiungere è la sensazione di estrema serietà ed efficienza della casa editrice (che ha sostituito gratuitamente la prima edizione con questa aggiornata alle nuove normative) ed un prezzo del libro assolutamente in linea. Inoltre, gli argomenti trattati coprono la quasi totalità delle domande “banali” (è inutile nasconderlo) che ci vengono poste quotidianamente (condominio, tempo di ritorno dell’investimento, ponti temici, …). Consigliato per chi inizia con questa materia ma evidentemente anche per chi vuole approfondire.

APE. Attestato di prestazione energetica dal sopralluogo alla redazione

MC 11300 versione 2.01

E’ disponibile per il download la versione 2.01 di MC 11300. Si tratta di una serie di correzioni ad errori della versione 2.00. I più importanti:

  • Corretto errore bloccante in lettura dei locali che avevano definita l'illuminazione. ;
  • Il valore di SPFmin. per PdC segue la richiesta (non è sempre Eurostat);
  • Corretto calcolo 'Potenza utile nominale generatore' in riscaldamento;
  • Corretto calcolo del rendimento di distribuzione riscaldamento;
  • Sistemata erronea segnalazione di generatore sottodimensionato nel caso di solo generatori (riscaldamento) di zona;
  • Corretto errore di calcolo del residuo (negativo su impianto) nel caso di solo generatori (riscaldamento) di zona;
  • Corretto errore calcolo dispersioni distribuzione acs dovute ad incongruenza fra unità di misura in input (mm) ed utilizzata (m);
  • Correzione alle stampe.

Inoltre, sono stati reintrodotti i moduli regionali per Veneto, Emilia Romagna e Piemonte.

MC 11300 v. 2.00

La versione 2.00 di MC 11300 è finalmente disponibile per il download. Si tratta della versione compatibile con le UNI/TS 11300:2014 del 02 ottobre 2014;  a questo scopo abbiamo mosso i primi passi anche per la richiesta di verifica di conformità da parte del CTI.

Per l’utente non cambia moltissimo. Lo abbiamo già detto. Negli edifici residenziali il risultato dovrebbe modificarsi di pochissimo. Le uniche modifiche nei risultati si dovrebbero notare solamente in presenza di superfici (nel senso di metriquadri) particolari per cui cambia il fabbisogno di acqua calda sanitaria e cambiano gli apporti gratuiti.

Oramai dovrebbe essere di dominio pubblico: non sono previsti ponti termici in modalità “maggiorazione percentuale” e non è più utilizzabile l'abaco della norma UNI EN 14683. Non esistono strutture (componenti) precalcolate; per gli edifici esistenti è disponibile il rapporto tecnico UNI/TR 11552.

Dal punto di vista operativo, per gli utenti che già conoscono il software, alcune osservazioni:

  • il programma si installa come nuovo software pertanto può coesistere nel medesimo PC con le precedenti versioni;
  • i vecchi progetti dovrebbero venir letti con una percentuale di incompatibilità nulla o molto bassa. Se un progetto non viene letto correttamente, segnalatelo.
  • al momento è attiva solo la procedura “nazionale” e sono disabilitate le esportazioni per le Regioni. Appena possibile verranno ripristinate queste funzionalità.
  • la conversione da MC Impianto non è funzionante. Eseguire eventualmente un passaggio con la 1.63

Per gli utenti meno accorti: è previsto il calcolo del fabbisogno per raffrescamento, illuminazione e ventilazione ma questo non influisce nella classe dell’edificio.

Il programma potrebbe essere ancora non completamente stabile per cui consigliamo di salvare periodicamente il progetto (per non perdere tutto a causa di un errore): obbligatorio prima del calcolo finale.

Segnalateci gli errori che vengono generati che li sistemiamo in breve tempo.

Per concludere, un grazie sentito ai “fedelissimi” che hanno sopportato i disagi di questo periodo e ciò nonostante ci hanno aiutato nella verifica. Vedremo di farci perdonare in futuro.

Archivio mensile

Partners