Certificazione di conformità alla norma UNI TS 11300

L’evento che tutti stavamo attendendo da tempo è finalmente realtà. Il CTI ha oggi aggiunto il nostro software nell’elenco di quelli  “conformi alla norma UNI TS 11300 parte 1 e 2 di software commerciale per il calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti", ai sensi del D.P.R. 2 aprile 2009 n. 59.

Si tratta del giusto riconoscimento per un serio progetto iniziato già lo scorso anno. Un progetto software completamente nuovo, una realizzazione non legata a schemi classici e proiettata a moderne soluzioni, una adesione praticamente totale alle normative di riferimento.

Crediamo che a questo punto non servano ulteriori parole. Questo non deve essere considerato un traguardo ma l’inizio di una nuova fase che porterà questo software verso ulteriori ed importanti traguardi. Da parte nostra rimaniamo fermamente convinti della bontà e dell’utilità di questo progetto e metteremo tutto il nostro impegno per un miglioramento continuo dello stesso.

Con l’occasione vogliamo ringraziare tutti gli utenti che ci hanno finora sostenuto, supportato e sopportato. Il loro aiuto è stato prezioso per suggerimenti, test, proposte di modifiche, verifiche di risultati. Incommensurabile l’apporto degli utenti del forum: il sostegno e la solidarietà che questi ci hanno trasferito ci ha consentito di attraversare  i momenti di scoramento che immancabilmente emergono nella realizzazione di un progetto così consistente.

Ringraziamo altresì l’ing. Roberto Nidasio del CTI, che si occupa della certificazione dei software. Un tecnico assolutamente preparato che riesce a far collimare la serietà del ruolo ricoperto con un indubbio interesse alla diffusione ed alla ricerca del sapere.

E, come si usa dire, “per ultimo ma non ultimo”, ricordiamo lo sponsor Aermec S.p.A. che ha permesso che tutto questo diventi realtà.

Grazie a tutti.

Lo staff di MasterClima

MC 11300 in versione 1.25

E’ da oggi disponibile una nuova versione per MC 11300. Si tratta di una versione che completa le modifiche richieste dalla Errata Corrige alla UNI/TS 11300 parte 1 che entrano ufficialmente in vigore da oggi. A tale proposito, segnaliamo che l’elenco delle modifiche alla norma è disponibile gratuitamente nel sito di UNI.

Oltre a questo, le variazioni più consistenti nella nuova versione riguardano l’interfaccia utente. Alcune funzionalità sono state migliorate ed ottimizzate; sono stati rimossi alcuni errori nell’inserimento dei dati.

  • Sistemati alcuni errori nella videata Componenti: quello più evidente riguarda il fatto che quando veniva letto un componente che conteneva un intonaco, quest’ultimo non veniva più indicato.
  • La videata di inserimento della Ventilazione è stata leggermente modificata sia per tener conto delle modifiche richieste sulla ventilazione sia per migliorare l’inserimento dei dati.
  • I Cassonetti sono stati integrati a tutti gli effetti negli Opachi. La procedura automatica di conversione li orienta automaticamente a Sud: modificare eventualmente la situazione.
  • Modificato archivio materiali di base: a causa di un errore di digitazione, nelle intercapedini d’aria la resistenza era stata inserita al posto della conduttanza; il valore di trasmittanza del componente calcolato in questo modo era sensibilmente basso.
  • Migliorata la routine per il calcolo della resistenza termica delle intercapedini fra più vetri.
  • Migliorata la stampa delle stratigrafie (retini) dei componenti opachi.
  • Per quanto riguarda il calcolo, le modifiche sui dati climatici erano già state implementate nella precedente versione. L’unica modifica di rilievo riguarda la computazione degli apporti gratuiti (solari ed interni) da ambienti non riscaldati (si tratta di una chicca … gli utenti più attenti sicuramente sapranno che pochissimi software in Italia ne tengono conto … forse nessuno).
  • Modificati alcuni prospetti così come richiesto nell’aggiornamento alla 11300-1.

Questa è probabilmente l’ultima versione prima delle ferie previste per il mese di agosto. Salvo ovviamente errori bloccanti che eventualmente risolveremo in settimana. Per le novità aspettiamo la fine del mese di settembre.

La verifica della trasmittanza termica periodica

Il flusso termico per trasmissione è certamente uno dei componenti principali del carico termico complessivo di un impianto. La quantità di energia scambiata fra interno ed esterno è funzione del tipo di componente e della differenza di temperatura.

Nel caso di progettazione invernale tale flusso termico viene valutato in regime stazionario (temperatura indipendente dal tempo).  Nel periodo di raffrescamento le condizioni climatiche esterne possono subire variazioni sensibili, sia in termini di temperatura che di radiazione solare, ben diverse di quelle che si possono ipotizzare d’inverno. Pertanto, il comportamento termico di un elemento opaco esposto al sole deve essere necessariamente valutato in condizioni dinamiche.

Il decreto 59, in vigore dal 2009, ha introdotto in normativa una nuova grandezza di cui tener conto. Si tratta della trasmittanza termica periodica. Prosegue...

Versione 1.24 per MC 11300

Una nuova release è disponibile per MC 11300. Le modifiche non sono moltissime e riguardano soprattutto la gestione dei componenti (composizione) con le relative verifiche; migliorate altresì le stampe.

Sistemate e/o migliorate in qualche punto alcune videate e prospetti.

Per quanto riguarda il calcolo sono state modificate alcune routines per riflettere quanto indicato nell’errata corrige alla UNI/TS 11300-1 di cui abbiamo parlato ieri. A questo proposito, dobbiamo puntualizzare che la modifica aumenta leggermente le dispersioni e diminuisce gli apporti solari nei mesi il cui il periodo di riscaldamento non inizia il primo giorno e non finisce con l’ultimo giorno del mese (esempio 15 ott – 15 apr): in questo caso si potrà constatare un EPi leggermente più elevato (per leggermente si intende un aumento probabilmente inferiore allo 0,5%).

Errata Corrige alla Norma UNI/TS 11300-1

Lo scorso fine settimana, una nota software house ha inviato una newsletter in cui si annunciava l'imminente pubblicazione di una Errata Corrige alla normativa UNI/TS. Molti utenti ci hanno contattato per avere notizie dal momento che nella newsletter era indicato "L'errata corrige comporta delle modifiche alla procedura di calcolo con conseguenti ricadute significative sui risultati".

Certamente, esiste un documento del genere e molto probabilmente sarà a breve reso pubblico da UNI ma, analizzando quello che finora è disponibile, le modifiche non influenzano il risultato in maniera "significativa".

L'osservazione più importante è quella relativa ai dati climatici. E' ora indicato esplicitamente che i dati climatici della UNI 10349 sono relativi al giorno 15 del mese e pertanto, se un mese di riscaldamento è una frazione di se stesso (esempio data spegnimento impianto riscaldamento 15 aprile) bisogna tenerne conto. Di questo ne abbiamo parlato più volte a proposito delle differenze fra il nostro software ed i casi studio di CTI.

Altre modifiche sono rappresentate da semplici refusi tipografici. Anche per la parte 2 della 11300 è prevista un'errata corrige.
Vorremmo far notare che il maggior numero di "errori" relativi al calcolo sono "bloccanti" e pertanto sono già stati sistemati all'interno dei software (se non si auto-sistemavano gli errori non si poteva andare avanti con il software).

Per quanto riguarda MC 11300, è probabile che nella giornata di domani (mercoledì 7 luglio) renderemo pubblica una versione con la modifica ai dati climatici. Tutte le altre voci sulla errata corrige nelle parti 1 e 2 sono già incluse.

MC 11300 versione 1.23

Una nuova versione di MC 11300 disponibile per il download. Le principali modifiche introdotteo riguardano:

  • verifica igrometrica (UNI 13788) delle strutture edili (componenti);
  • verifica trasmittanza termica dei componenti
  • verifica massa superficiale e/o trasmittanza termica periodica
  • stampa dei componenti con le verifiche
  • stampa dei materiali
  • modifiche all'importazione da MC Impianto
  • sistemata la maggior parte delle unità di misura per tener conto del nuovo formato utilizzato nelle normative; esempio W/(m²·K)
  • miglioramenti a videate e prospetti.

Sono stati aggiunti alcuni dati che sono ora obbligatori. Quando si apre un vecchio progetto è probabile ci siano ulteriori richieste di informazioni. Ad esempio la giacitura del componente (utilizzata per le verifiche) oppure il coefficiente di resistenza al vapore (µ, per la verifica igrometrica) ed altro.

Attenzione: sono stati sistemati alcuni errori "del giorno dopo". Chi ha scaricato la versione 1.23 prima delle 17:30 del giorno 28/06 è pregato di scaricare ed installare nuovamente questa versione.

La nuova versione è disponibile per l’installazione al seguente collegamento:

MC Impianti 11300 Versione 1.23

Versione 1.22 per MC 11300

Una nuova release è disponibile a fronte di alcuni errori purtroppo bloccanti che si verificavano utilizzando le nuove possibilità della versione precedente. Alcune modifiche sono su segnalazioni e richieste “volanti”. In particolare:

  • importazione da MC Impianto inseriva più volte le medesime zone se lo stesso progetto veniva importato più volte
  • migliorata l’importazione da MC Impianto (errori di run-time)
  • nella capacità termica  del materiale sono stati eliminati i decimali perché inutili
  • sistemata l’unità di misura della capacità termica nel pannello laterale (da kJ/m²K a J/m²K)
  • materiali di base: modificati molti valori di capacità termica
  • materiali di base: inseriti i valori standard delle intercapedini d’aria
  • sistemato errore bloccante nella fase di calcolo che avveniva in presenza di generatore (calcolo secondo direttiva) e modalità combinata (con produzione di acs).

Archivio mensile

Partners