Make everything as simple as possible,
but not simpler!
  A.Einstein

Il fattore di utilizzazione degli apporti gratuiti caratterizza l’abilità dell’edificio a utilizzare gli apporti solari ed interni in modo che questo porti ad una riduzione della richiesta di calore da parte del sistema di riscaldamento. Il fattore di utilizzazione degli apporti gratuiti è funzione del rapporto apporti/perdite e di un parametro numerico che dipende a sua volta dall’inerzia termica (costante di tempo) dell’edificio. Prosegue...

La sezione 6. dell’allegato A al D.P.R. 59 indica due metodi di valutazione delle caratteristiche dell’involucro edilizio volte a contenere il fabbisogno di energia per la climatizzazione estiva. Nello specifico, il punto 6.1 presenta un indice di prestazione termica dell’edificio per il raffrescamento (EPe,invol), espresso in kWh/m2anno, pari al rapporto tra il fabbisogno di energia termica per il raffrescamento dell’edificio (non è energia primaria) e la superficie calpestabile del volume climatizzato.

L’EPe,invol è un valore che non tiene conto dell’impianto termico e non è soggetto ai rendimenti di quest’ultimo. Non si parla pertanto di energia primaria ma di energia termica ideale; il dato viene presentato allo stesso modo (kWh/m2anno) per tutte le categorie di edifici. In questo articolo raggruppiamo alcune informazioni ed osservazioni sull’argomento. Prosegue...

Le linee guida richiedono di indicare esplicitamente in attestato di certificazione energetica la quantità di CO2 globalmente prodotta dall’impianto termico.
Mentre le Regioni (Lombardia, Emilia Romagna, etc.) hanno incluso nella loro documentazione tecnica le modalità per il calcolo, le disposizioni nazionali sembrano essere prive di tale informazione.

Andrea Bernardi, nel suo interessante articolo sull’argomento richiama l’appendice 1 della G.U. n. 127 del 04-06-2009 che può essere consultata all’interno del sito del comune di Jesi, Deliberazione 10 aprile 2009, alle pagine 78 e 79.

Dopo aver acquisito il documento, si scopre che il dato fornito non è direttamente utilizzabile. Per poter eseguire i calcoli sull’impianto termico è necessario disporre di un fattore di emissione espresso in kg CO2eq/kWh. Bene, per ciascun combustibile i dati sono espressi in modo diverso. Dopo un consulto telefonico con Andrea abbiamo ritenuto si possano utilizzare i seguenti valori:

Combustibile

Fattore di emissione
(kg CO2eq/kWh)

Gas naturale (metano) clip_image002[7]
Gasolio riscaldamento clip_image002[5]
GPL (Gas di petrolio liquefatto) clip_image002[13]
Energia elettrica clip_image002[15]

Appena sarà possibile, inseriremo questi valori all’interno del software. In ogni caso sarà possibile la modifica del dato. Se qualche dato è errato, comunicatelo.

MC 11300


Calendario Eventi

<settembre 2017>
lumamegivesado
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678

Partners